Il Rischio elettrico sui lavori di manutenzione

Durante l’attività lavorativa Vi sono lavoratori che hanno particolarmente a che fare con il rischio elettrico, ad esempio quelli che si occupano dell’esercizio, della manutenzione o delle verifiche dei sistemi elettrici.
Il D. Lgs. 81/08 (e s.m.i.) dedica un intero “Capo” (il III del Titolo III) all’attenzione che il Datore di Lavoro deve dedicare alla riduzione del possibile rischio elettrico. Con la pubblicazione del D. Lgs. 81/08 e delle norme CEI 11-15 e CEI 11-27, IV Edizione, e con il recepimento della norma En 50110-1:2013, sono a disposizione dei Datori di Lavoro tutte le disposizioni legislative e normative da mettere in atto per ridurre il rischio nei lavori con rischio elettrico.

Se un lavoro comporta un rischio elettrico , devo essere adottati opportuni accorgimenti e procedure di lavoro, soprattutto se tale lavoro rientra nella definizione di “lavoro sotto tensione”. Ai sensi dell’Art. 82 del D. Lgs. 81/08 non tutti i lavoratori possono eseguire un simile lavoro. Per chiarire quali sono gli obblighi di sicurezza il D. Lgs. 81/08 fornisce alcune indicazioni e rimanda per ulteriori particolari alle norme tecniche pertinenti.
La norma tecnica internazionale che disciplina i lavori elettrici è la norma CEI En50110-1.
Le norme tecniche nazionali che disciplinano i lavori elettrici sono la norma CEI 11-27 (di cui a Gennaio 2014 è stata pubblicata la IV edizione per allinearla alla norma internazionale) e la norma CEI 11-15 (specifica per i lavori in media e alta tensione).

Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi