Etichettatura ambientale degli imballaggi

Aggiornamento su etichettatura degli imballaggi.

Il D.Lgs. 116/20 ha apportato una serie di modifiche circa i “criteri informatori dell’attività di gestione dei rifiuti di imballaggio”. In particolare, la norma impone che tutti gli imballaggi siano opportunamente etichettati secondo modalità stabilite dalle norme tecniche UNI applicabili in conformità a quanto stabilito dalla Commissione Europea, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi, nonché per fornire una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali di questi. A ciò viene aggiunto l’obbligo, per i produttori, di indicare – ai fini dell’identificazione e della classificazione dell’imballaggio – la natura dei materiali di imballaggio utilizzati, sulla base della Decisione 97/129/CE.

Il Decreto milleproroghe 2021, di fine anno, rimanda parzialmente al 31-12-21 gli obblighi previsti per l’etichettatura ambientale degli imballaggi.
Nello specifico, si rimanda l’obbligo di inserire sull’imballaggio le indicazioni per la raccolta del prodotto a fine vita mentre rimane l’obbligo di apporre la codifica identificativa del materiale (secondo la Decisione 129/97/CE), già in vigore dal 26 settembre scorso.

Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi